Seleziona una pagina

Con l’arrivo della primavera, in tutta la sua esplosione di colori, arriva anche il buonumore.

L’energia, rimasta intrappolata per mesi dentro di noi, ha voglia di esplodere, come i boccioli prossimi a schiudersi, per diventare fantastici fiocchi colorati, pronti ad adornare gli alberi.

Il telefono squilla, le prenotazioni del B&B cominciano ad essere numerose e il campanello del cancello suona energicamente.
Vado ad accogliere i primi ospiti della giornata.

Un bimbetto biondo accenna un saluto tirando su, con la sua rivoltella, la tesa del cappello.
Immediatamente dietro, i genitori riprendono Diego per il suo “poco cordiale” saluto.
Sorrido divertito dall’atteggiamento da vero cowboy: la camminata, molleggiata e cadenzata da un passo deciso e rumoroso dovuto agli stivali con speroni, fanno di lui un indiscusso protagonista.

Benvenuti a I Frutteti, vi accompagno immediatamente nella vostra camera.

La famiglia comincia a portare all’interno della loro stanza una serie infinita di bagagli. Stupito dalla quantità di borse domando se per caso avessi capito male sulle giornate di soggiorno prenotate.
Il papà di Diego, Andrea, mi tranquillizza, dicendo che avevo capito perfettamente.

Il quantitativo importante di bagagli era dettato dal fatto che il piccolo Diego, appassionato di tutto ciò che riguarda il Far West, si era portato dietro anche una sella regalata per il suo compleanno dai nonni.
Sorrido ancora, per questa bizzarra e simpatica famiglia che si lascia trasportare dall’entusiasmo del figlio nella sua passione per i cavalli.

Li lascio sistemare e appena ritornano nel salone, chiedo a Diego se era mai stato a cavallo.

Con voce volutamente bassa e controllata mi risponde…
– non ancora gringo, presto userò la mia sella per cavalcare verso orizzonti infiniti
Entro anche io nella parte e rispondo:
– Dove sei diretto cowboy?
– in nessun posto speciale
– in nessun posto speciale?
– ho sempre desiderato andarci

dopo aver interpretato in maniera magistrale questa scena degna di un vero film con polvere e cavalli, dò una pacca sulla spalla di Diego.

Lui, continuando a interpretare il suo ruolo, saluta alzando leggermente il braccio e senza neanche voltarsi esce in giardino.

Dietro di lui, papà Andrea e mamma Linda escono a loro volta in giardino ed io mi permetto di consigliare una passeggiata a cavallo sulla spiaggia.

Appena sentita la parola cavallo, Diego esce dal suo ruolo di duro e rimbalza felice nel ruolo di bimbo saltellante.

Se volete, vi posso dare delle indicazioni su dove andare.
Al maneggio Ranch il Gufo di Pietrasanta, vi metteranno a disposizione i loro cavalli.
Fare una passeggiata sulla spiaggia di Lido di Camaiore sarà sicuramente un’esperienza indimenticabile, sia per voi che per Diego.

A questo punto non mi resta che augurarvi … Buona passeggiata a cavallo.

Passeggiata a cavallo

courtesy http://www.destinazioneterra.com

Passeggiata a Cavallo